QUATER SALT IN CUCINA: FOCACCIA ALLE PATATE E ORIGANO

QUATER SALT IN CUCINA: FOCACCIA ALLE PATATE E ORIGANO

La ricetta di oggi vi farà scoprire un ingrediente umile che, con qualche accorgimento, può dar vita a piatti di gran gusto. La ricetta arriva dalla mente e dalle mani esperte dello chef Paolo Fumagalli e dal paese in cui è cresciuto, Oreno. Suo nonno era un contadino che portava con il carretto le patate al Verzé di Milano. Le patate bianche che il nonno di Paolo Fumagalli coltivava sono solo uno dei tanti “ori di Oreno”. Così come Oreno è uno dei tanti ori d’Italia.

 

“Quando cucino un piatto di patate o preparo gli gnocchi come faceva mia nonna in casa, porto in tavola la nostra storia.”

 

Focaccia alle patate e origano

Ingredienti

500 g di farina di Manitoba
150 g di patate
1 cubetto di lievito di birra
350 g di acqua
30 g di sale
60 g di olio di oliva
1 cucchiaio di zucchero
Origano q.b.

 

Procedimento

In una ciotola preparate la farina di Manitoba setacciata unendo lo zucchero, il lievito stemperato nell’acqua tiepida e l’olio. Aggiungete poi gradualmente le patate cotte e precedentemente schiacciate.

Infine aggiungete il sale e ottenete un impasto ben omogeneo e morbido.

Coprite la ciotola con un panno umido e lasciate lievitare a temperatura ambiente per circa un’ora.

A questo punto lavorate nuovamente l’impasto e stendetelo su una teglia ben oliata, spruzzate dell’acqua sulla focaccia e lasciatela riposare per ancora mezz’ora.

Portate quindi il forno a 220° C e prima di informare grattate sopra la focaccia una patata cruda, aggiungete l’origano e del sale grosso.

Cuocete in forno ventilato per circa 20 minuti. Una volta sfornata, mettete la focaccia su un piano di legno. Lasciate che perda l’umidità in eccesso e servitela ancora calda.

l_oro di oreno_cover

L’Oro di Oreno di Paolo Fumagalli

Lo chef Paolo Fumagalli, docente e imprenditore del gusto con anni di esperienza nei più prestigiosi Hotel milanesi, ci guida alla scoperta di Oreno e dei suoi tesori. Ogni zolla di terra custodisce un patrimonio di storia, arte e cultura materiale. Le sue ricette raccontano storie di grandi personaggi e gente comune, opere d’arte e cascine, architetture monumentali e corti rurali. Le patate bianche di Oreno racchiudono il profumo di una comunità.