Il cofanetto dei Promessi Sposi: dodici passaporti, dodici anime

Il cofanetto dei Promessi Sposi contiene dodici passaporti: dodici anime, dodici volti, dodici video e voci di persone che raccontano il romanzo, che squarciano la finzione romanzesca e il linguaggio letterario.

 

La mostra-evento

Dal 15 ottobre al 7 novembre il Comune di Lecco riserva alla mostra-evento “I Passaporti dei Promessi Sposi” la trecentesca Torre Viscontea in occasione dell’Ottobre Manzoniano. Un progetto che rifiuta con elegante irriverenza qualunque tributo alla tradizione; una sorgente d’acqua fresca e al tempo stesso una fonte inesauribile di provocazioni e riflessioni sul mondo contemporaneo.

Il cofanetto dei Promessi Sposi

Il cofanetto dei Promessi Sposi, dalla mostra “I passaporti dei Promessi Sposi”, racchiude 12 personaggi del romanzo manzoniano.

Padre Cristoforo

Da anni vivo nella gratitudine per il segnale che mi mandasti, facendomi riparare in quel convento dopo il mio grande peccato.

Don Abbondio

Io ho la schiena curva, sono vecchio e stanco. Ora che gira pure la peste, non vorrei incontrare più nessuno, specialmente a casa mia.

Perpetua

Spaventi, fughe, ho le ossa che mi scricchiolano per i carretti con cui siamo dovuti scappare, poi siamo finiti da quel demonio, di cui ho paura persino a pronunciare il nome: dalla padella alla brace!

Azzecca-garbugli

Finalmente la soluzione: amnistia generale! Meglio invocare questa, perché vale anche per suspecti ecc.

Monaca di Monza

Chi sono io? Ormai non lo so più: mi hanno definito in così tanti modi!

Don Rodrigo

Sono tutti invidiosi; perché sono bello, ricco, imparentato con i grandi di Spagna.

Il Griso

Specia che te becchi la peste a andar semper in gir, vedrai se non ti cavo tutto l’oro che nascondi nella borsa, nel sofà e nel lecc’.

Innominato

Ma di “cadetti” come me ce ne sono ormai tanti, e, prima o poi, gliela faremo pagare! Vero, signor Freud?

Federigo Borromeo

Il confronto con il mio Santo cugino è di sprone, ma sobbolle nel mio animo il timore: ne sarò all’altezza?

Lorenzo Tramaglino

La mia vita sarebbe stata diversa se non avessi conosciuto Lucia e me ne fossi innamorato, perché lei è la mia stella cometa.

Lucia Mondella

Secondo me la cattiveria è nella natura umana, ma le donne sono prima di tutto invidiose: non gli va che io sia ritenuta bella e buona da tutti.

Padre assente

Alcuni studi recenti hanno osservato che i principali protagonisti de I promessi sposi non hanno un padre. Forse la ragione di questa assenza può essere trovata nella biografia dell’autore.

Social:

This will close in 0 seconds